Elisa Springer Surbo

Exploring photos and videos

Docente esperto     prof. Blasi Vito
Tutor                       prof. Trotta Francesco

Questo primo modulo è il primo importante passo verso un'esplorazione del patrimonio artistico-culturale che circonda la città di Surbo. In questa prima fase l'esperto coadiuvato dal tutor avranno il compito di censire monumenti, chiese e altri siti di interesse che saranno oggetto di foto e video. Questo materiale multimediale sarà quindi perfezionato in laboratorio di informatica attraverso una ottimizzazione di ogni singolo file tramite software appositi.
Obiettivi
L’obiettivo generale del progetto punta a contribuire al risveglio culturale del territorio, attraverso la valorizzazione del senso della cittadinanza attiva, unica vera risorsa cardine da risvegliare nelle coscienze di ognuno da cui è possibile promuovere nuove sensibilità educative e formative, far crescere la rete sociale (attivandone risorse e potenzialità), migliorare le forme di comunicazione e la comunicazione stessa nel territorio, favorire la crescita e la strutturazione di luoghi aggregativi per giovani e meno giovani. Questo progetto, in particolare, permetterà di incrementare la presa di coscienza delle potenzialità del territorio, finalizzata al raggiungimento di un livello più alto di conoscenza dello stesso e dei beni culturali (materiali e immateriali) da parte della popolazione, ma soprattutto da parte dei giovani, attraverso strumenti che rendano visibili e fruibili i beni del territorio. Il progetto si pone l’obiettivo di contribuire a favorire una cultura dell’identità che, basata sulla storia e sulle tradizioni del territorio, porti ad una loro appropriazione e utilizzo in vista della costruzione di una prospettiva culturale e turistica sostenibile. 
Obiettivi specifici 
Andando nel concreto, il progetto si propone di:   sensibilizzare la comunità con particolare attenzione per i giovani (anche attraverso la raccolta di testimonianze degli “anziani”), a riscoprire e valorizzare le risorse identitarie; progettare e realizzare interventi di supporto alle diverse realtà coinvolte nel progetto per favorirne una maggiore fruizione; coinvolgere le scuole di ogni ordine e grado, attraverso visite, incontri, mostre, etc, al fine di favorire l’interesse dei giovani e giovanissimi verso la propria identità culturale, ma anche incrementare e fortificare il “senso di appartenenza” di ognuno anzitutto verso la propria comunità; Studiare modalità di fruizione che, oltre ad arricchire il contesto culturale, portino al potenziamento dell’offerta turistica in chiave sostenibile, attraverso la costruzione di un’offerta qualificata, che contribuisca alla destagionalizzazione, attraendo viaggiatori attenti e interessati alle specificità del luogo. Conoscere, infine, i siti di interesse turistico ancora poco conosciuti e su di essi tracciare una storia che coinvolga l'utente.
Contenuti
Conoscere i luoghi di interesse artistico-culturali e approfondire la loro storia e tradizione. Ci si riferisce in particolare, ma non solo, alla Chiesa di Santa Maria d'Aurio, alla Chiesa di San Giuseppe, alla Chiesa di San Vito, alla Chiesa di Santa Maria del Popolo, ai borghi stotici che si incontrano camminando per la città di Surbo, e non ultima l'Abbazia di Santa Maria a Cerrate e la Torre dei Cavallari.
Principali metodologie
APPRENDIMENTO COOPERATIVO (COOPERATIVE LEARNING)
Non bisogna confondere infatti il cooperative learning con il normale lavoro di gruppo. La specificità dell'apprendimento cooperativo sta: a) nell'enfasi posta sul coinvolgimento attivo degli studenti in lavori di gruppo e sul successo scolastico di tutti i membri del gruppo; b) nella presenza nel lavoro di gruppo dei seguenti elementi: positiva interdipendenza; responsabilità individuale; interazione faccia a faccia; uso appropriato delle abilità; valutazione del lavoro.
PROBLEM SOLVING METACOGNITIVO
Generalmente il problem solving viene associato allo sviluppo delle abilità logicomatematiche di risoluzione di problemi, tuttavia questa non si rivela l'unica area didattica che può giovarsi di dette abilità: problem solving, in ottica interdisciplinare, vuol dire uso corretto dell'abilità di classificazione di situazioni problematiche e capacità, quindi, di risolvere problemi-tipo analoghi, siano essi pertinenti all'area logico-matematica o meno. Quindi il problem solving e il metodo della ricerca e della scoperta. Il problem solving metacognitivo tende ad essere un'espansione applicativa di questi metodi, e la piattaforma per la creazione di un ambiente di apprendimento modellato sulla didattica metacognitiva.
IL BRAINSTORMING
E' un mediatore didattico attraverso il quale un gruppo di lavoro, di fronte a stimoli successivi posti secondo determinati criteri, fornisce risposte conseguenti alla percezione di aspetti non considerati in precedenza in una situazione problematica complessa, contribuendo così all'individuazione dei veri problemi. II gruppo classe, possibilmente disposto a semicerchio per favorire la comunicazione, viene sollecitato dall'insegnante, che deve esporre con chiarezza il problema e i relativi obiettivi che si vogliono raggiungere con quella attività, a comunicare le idee che lo stimolo provoca.
FLIPPED CLASSROOM
E' l'innovazione didattica dell'ultimo periodo; l'esperto dirà al gruppo di studenti il tema da approfondire a  casa per la lezione successiva, durante la quale ogni alunno o gruppo di alunni, presenterà la propria esperienza di lavoro. Il ruolo dell'esperto sarà quello di mediatore.
Risultati attesi
I RISULTATI ATTESI dalla realizzazione del progetto sono correlati:
alla sfera sociale, in quanto:
•   determina la diffusione sociale delle conoscenze e informazioni sul patrimonio culturale di Surbo;
• favorisce l’affermarsi della cultura della conoscenza, della tutela e, quindi, della valorizzazione delle risorse paesaggistiche in senso lato (comprendenti sia il patrimonio culturale che quello ambientale);
• favorisce presso la popolazione locale il “senso di appartenenza” ad un antico territorio; 
• promuove un sistema integrato in grado di valorizzare le risorse culturali e storiche dell’area compresa nel comune di Surbo;  
• aumenta la visibilità del comune di Surbo ed il grado di attrattività nei confronti dei media
• promuove le attività di formazione nel campo dei Beni Culturali coinvolgendo giovani nelle attività di fruizione; 
• migliora il sistema di promozione e comunicazione verso il pubblico del patrimonio artistico-culturale;  
• attiva strategie per attirare più visitatori, sottraendo la quota parte che solitamente che il pubblico dedica ad altre attività;  
alla sfera dello sviluppo economico, in quanto:  
• determina promozione culturale e quindi, sviluppo dell’industria turistica locale, sviluppando e aggiornando, attraverso le attività di fruizione e valorizzazione, l’informazione e la conoscenza sul patrimonio culturale del territorio; 
Modalità di verifica e valutazione
Le modalità di verifica saranno attuate attraverso prove strutturate in ingresso, in itinere e alla fine del percorso con modalità che l'esperto definirà in corso d'opera.


Condividilo con i tuoi amici!


   
   

@ grafica di Ivan Sammartino - IWStudio