Elisa Springer Surbo

Il Presidente Mattarella ha consegnato gli Attestati d'onore ai nuovi "Alfieri della Repubblica"

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha consegnato al Quirinale gli Attestati d’onore di “Alfiere della Repubblica” conferiti nell'anno 2022 a ragazze e ragazzi che rappresentano modelli positivi di cittadinanza e che sono esempi dei molti giovani meritevoli presenti nel nostro Paese.

I premiati si sono distinti nello studio, in attività culturali, scientifiche, artistiche, sportive, nel volontariato oppure hanno compiuto atti o adottato comportamenti ispirati a senso civico, altruismo e solidarietà.Accanto agli Attestati d’onore, il Presidente Mattarella ha riconosciuto il merito di alcune iniziative collettive assegnando loro delle targhe.

La cerimonia, presentata dall'autrice e conduttrice Angela Rafanelli, è stata aperta dall'intervento del Presidente Mattarella.

Erano presenti il Ministro dell'Istruzione e del merito, Giuseppe Valditara, il Ministro della Salute, Orazio Schillaci e il Ministro per lo Sport e i Giovani, Andrea Abodi.

Ho il piacere di comunicare che la Presidenza della Repubblica nella persona del Presidente Sergio Mattarella, in occasione della nomina degli Alfieri della Repubblica, in data 4 febbraio 2023 ha conferito una delle quattro targhe assegnate per azioni collettive che intendono valorizzare la partecipazione attiva e sentita dei giovani, anche al fine di incoraggiare un loro più consapevole protagonismo, a “Nito Igor e la classe terza F (anno scolastico 2021/2022) dell'Istituto Comprensivo Elisa Springer di Surbo”
La cerimonia di consegna si terrà a Roma presso il Quirinale il giorno 24 febbraio 2023 in occasione dell’Incontro con i nuovi Alfieri della Repubblica per la consegna degli attestati d'onore.
Motivazione dei nuovi insigniti dal Capo dello Stato
Igor NITO e la sua classe - 3 F dell’Istituto Comprensivo Statale "Elisa Springer" di Surbo (LE) Per l’amicizia nata da uno scambio di doni
Igor ha diciassette anni, è un ragazzo entusiasta della vita, affascinato da tutto ciò che lo circonda. Costretto a letto da una rara malattia genetica neurodegenerativa, riesce a comunicare con il mondo grazie a un puntatore monoculare. Prima della pandemia Igor accoglieva, una volta alla settimana, i suoi compagni e i suoi professori in casa. La pandemia ha cambiato alcune cose, ma non è riuscita a fermare la voglia di imparare di Igor: grazie alle lezioni da remoto è riuscito a proseguire gli studi con impegno e costanza e i suoi compagni hanno continuato a comunicare con lui attraverso video, messaggi ed email. Nonostante le difficoltà, Igor è per tutti un esempio di forza, tenacia, determinazione e voglia di vivere. Una delle canzoni ascoltate insieme ai suoi compagni durante una lezione di musica, recitava: “So I start the revolution from my bed” (tratto da “Don't Look Back in Anger” degli Oasis) e Igor, questa “rivoluzione d’amore” l’ha fatta nascere nel cuore di ognuno dei suoi docenti e compagni di classe. 
Dirigente scolastico
Prof.ssa Laura Ingrosso

Guarda il video della cerimonia

 


Condividilo con i tuoi amici!


   
   

@ grafica di Ivan Sammartino - IWStudio

I cookie aiutano www.istitutocomprensivosurbo.edu.it a fornire i propri servizi. Navigando sul sito accetti il loro utilizzo.    Informazioni
OK